RSD5

Progettare una ventola per CPU senza usare una ventola, questo è stato un progetto lungo 6 anni.
RSD5 sfrutta lo stesso fenomeno fisico alla base dei depuratori d’aria, il cosiddetto effetto corona, che si manifesta quando una corrente elettrica fluisce tra un conduttore a potenziale elettrico elevato ed un fluido neutro circostante, in questo caso aria. La differenza di potenziale – che dev’essere sufficiente a provocare la ionizzazione del fluido isolante (l’aria) ma insufficiente ad innescare un arco elettrico – fa sì che l’aria diventi plasma e conduca elettricità. In breve, gli ioni fluiscono dall’elettrodo ad elevato potenziale (il cavo elettrico) verso quello a basso potenziale: in questo spostamento gli ioni collidono con le molecole neutre dell’aria, creando una pressione capace di generare una corrente d’aria.
I due ricercatori affermano che la corrente d’aria generata è fino tre volte maggiore di quella creata da un comune ventolina di raffreddamento per CPU, ma la dimensione del dissipatore è circa un quarto

http://punto-informatico.it/2230407/PI/News/La-ventolina-per-CPU-non-avr-agrave–pi-ugrave–la-ventola/p.aspx
RSD5ultima modifica: 2008-03-22T15:50:00+01:00da claudiocolombo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “RSD5

  1. Minchia ho studiato i coduttori, gli isolanti, il potenziale ,la differenza di potenziale e altre robe fisiche.. e non conoscevo nulla di questo “effetto corona” e posso solo dire una cosa: figata… mi sorge solo una domanda… ma questo sistema consuma più o meno di una normale ventola??… perchè quest’applicazione la vedo ovviamente sui portatili.. però appunto mi chiedevo quanto consumava… cmq ficata… ora ci stà bene un: “teletrasportami spock” ehehe

  2. Nemmeno io avevo sentito dell’effetto corona, ma non ho mai fatto teoria dei plasmi (beh in Ogame si però) ^_^

    Mi piacerebbe sapere a che voltaggio e (if any) frequenza funziona… non so quanto sarebbe bello avere 30000 volt di differenziale a 2.4 Ghz a 1 cm dal processore e dalla scheda wifi… 🙂
    Cmq credo avranno pensato anche a questo.

    Comunque buonissima idea, tra questo e SSHD tra qualche annetto non ci sarà piu nessuna parte meccanica in movimento nei portatili e nei computer in genere.

    Efficiente, robusto e silenzioso.
    Figo ! 🙂

Lascia un commento