Spike Lee – Fa La Cosa Giusta

Ecco un film che si è GUADAGNATO le sue due nomination agli Oscar.

Denominato come uno dei suoi migliori film;

Spike Lee voleva scrivere un film che si svolgesse nell’arco di 24 ore, nella giornata più calda di tutto l’anno.

Lee scrisse la sceneggiatura in 12 giorni, ed ebbe difficoltà ha trovare una casa di distribuzione che lo finanziasse.

Tutta la storia si svolge in un quartiere afroamericano di Brooklyn, ma solo gli ultimi minuti del film sono la vera storia di questo film, quasi tutto il film è una presentazione della vita quotidiana di questo quartiere, e alla fine in mezzo a una lite la polizia uccide un afroamericano e scoppia una rivolta.

Grande Spike Lee nel personaggio Mookie e Samuel L. Jackson in Mister Señor Love Daddy.

Prima dei titoli di coda scorrono sullo schermo due citazioni:
«
 La violenza come mezzo per raggiungere la giustizia razziale è insieme un sistema impraticabile e immorale 
»
(Martin Luther King
)

« Io non invoco la violenza, ma allo stesso tempo non sono contro il fatto di usare la violenza per difendere se stessi. Io non la chiamo violenza. Se si tratta di autodifesa la chiamo intelligenza »
(Malcolm X)

2 frasi che spaccarono la comunità afroamericano in quegli anni, io preferisco ancora la prima.

Spike Lee – Fa La Cosa Giustaultima modifica: 2008-02-26T00:40:58+01:00da claudiocolombo
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Spike Lee – Fa La Cosa Giusta

  1. Visto qualche anno fa, per quel che mi ricordo è un film abbastanza bello…
    Un susseguirsi di eventi che creano tensione sempre maggiore e sfociano nella scena finale. E il giorno dopo tutto deve reiniziare.

    A mio modesto parere il film descrive bene i danni provocati dalle teste di cacchio e dalla violenza gratuita e l’odio razziale fa solo da pretesto e sfondo costantemente presente agli avvenimenti.

    Anzi in questo caso sembra fare più danni l’antirazzismo che il razzismo stesso: a quanto mi par di ricordare il proprietario della pizzeria non era razzista davvero, ma alcuni dei neri lo incolpavano comunque di razzismo per motivi inconsistenti… e alla fine la scusa per iniziare le violenze è proprio l’antirazzismo (in pratica i neri dicevano “ti spacco tutto perchè sei un razzista”).

    Sempre se ricordo bene il film… la visione risale davvero ad alcuni anni fa! se ricordo male correggetemi.
    Lo rivedrò alla prima occasione.

    Comunque merita.
    Ciao!

  2. …era un pò che non passavo… e me ne dispiace… però son felice di aver visto un tuo commento… ti ringrazio per avermi citato due libri molto famosi… e che non avevo inserito nella mia lista di “libri che vorrei leggere in questa vita”… ecco fatto… inseriti anche questi… grazie, missfunny5

Lascia un commento