Buona Apocalisse a tutti!

<<A essere sinceri, secondo me è stata una reazione un po’ esagerata.
Cioè, non avevano precedenti o case del genere.

E comunque non capisco cosa ci sia di sbagliato nel conoscere la differenza tra bene e male.>>

<<Dev’essere per forza sbagliato.

In caso contrario non avrebbe coinvolto te.>>

<<A me hanno detto solo: Sali e combina qualche casino.

Devi ammettere che ha l’aria di una farsa.

Voglio dire, indicare l’Albero e scriverci sopra NON TOCCARE a caratteri cubitali: non è molto scaltro, no? Insomma, perché non piazzarlo sulla cima di una montagna altissima o in un posto fuori mano? Viene da chiedersi quale sia il Suo vero piano.>>

Con questo discorso incomincia uno dei libri più belli che abbia letto.

“Buona Apocalisse a tutti!” è una favola surreale e dark, eccessiva e divertentissima, che ricorda molto il miglio Douglas Adams e Monty Python al culmine della loro follia creativa e le cui lodi saranno cantate sino alla Fine dei Tempi da tutti: devoti e dannati.
Tratto dalla recensione

Insomma, condivido in pieno la recensione, visto che sono un fiero sostenitore di Douglas Adams; uno dei scrittori migliori di questi ultimi decenni, e di cui ho letto tutte le opere tradotte in italiano, tranne una, visto che è la fine di una trilogia, che però non ha mai visto la traduzione del secondo e come fai a leggere il terzo senza il secondo !!!!!
Insomma a favore degli editori posso dire che il terzo libro di questa trilogia è anche il 6 libro di una sistologia (e questi li hanno tradotti tutti), insomma era il libro finale di entrambe le saga, il problema è che è morto prima di revisionarlo e finirlo del tutto, quindi non sapremo mai se era più tendente a metterlo alla fine della sistologia o della trilogia.
Comunque, tralasciando questo aneddoto, che rende, a mio pare, più sfizioso leggere i suoi libri, torniamo a quello di oggi.

Il dialogo si svolge tra Azraphel e Crowley, un angelo e un demone che sono sulla terra ormai da millenni, e che si sono abituati alla vita degli uomini, un pò a loro modo, ma le abitudini umane ormai sono in loro; e quando l’Armageddon sta arrivando tentano di bloccare i piani del paradiso e dell’inferno, perchè qualunque delle 2 fazioni vinca, il mondo diventerà tremendamente noioso.
A parte i primi 2 capitoli, che servono per introdurre la storia, tutta la storia si sviluppa in pochi giorni (meno di una settimana), giorni pieni di eventi e di stranezze.

E’ uno di quei libri che mi spinge a girar pagina ancora prima di finirla perché voglio sapere cosa succede dopo.

Personaggio preferito: Crowley, il demone che per far crescere le sue piante più belle e rigogliose negli anni 70 aveva sentito dire che parlare alle piante poteva servire, quindi decise di farlo, a suo modo; ogni mese sceglieva la pianta che era cresciuta meno o peggio delle altre e mostrandola alle altre piante diceva “Crescete o farete la sua fine”, poi spariva in una stanza e tornava con un vaso vuoto, che poneva davanti alle altre come esempio, …..le sue piante erano le più belle e rigogliose;

o, quando mancano meno di 2 ore alla fine del mondo, decide di oltrepassare il traffico guidando a 180Km/h sul marciapiede, accendendo i fari e il claxon, pensando che questo avrebbe fatto capire ai pedino di spostarsi, e quelli che non lo facevano… bhe tra 2 ore sarebbero morti comunque se non riusciva a fermare il giorno del giudizio.

 

 

Infine, per citare l’avvertenza che trovate nella prima pagine del libro:

“Ragazzi! Provocare Armageddon può essere pericoloso.

Non tentare di farlo entro le pareti domestiche.”

27003c0fa1ad2962e835abbc690ffa8b.jpg
Buona Apocalisse a tutti!ultima modifica: 2008-02-12T19:40:00+01:00da claudiocolombo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento