Rapporti umani


Difficile….
Difficile spiegarli,

anche perché quali spieghi, esistono innumerevoli varianti,

quanti sono i caratteri umani.

Dicono e dico, che sono un buon ascoltatore, di certo più che un parlatore,
e quindi innumerevoli persone vengono a parlarmi, e a volte sono io a spingerli a parlare,

se sei un buon ascoltatore ti piace ascoltare quindi ricerchi queste cose,
anche se sono un selettivo.

Ho visto persone non cedere alle lusinghe di altre per il non accontentarsi e ora, ora che hanno ceduto sono le persone più felice del mondo, persone innamorarsi pazzamente e una volta che hanno l’affetto ricercato ignorarlo e annoiarsene.
Persone illudersi di essere innamorati, ho perché hanno fatto tanto per avere quell’amore e quindi non possono rinunciarci così facilmente, devono lottarci, devono mantenerlo, ma non dovrebbe esserlo e prima o poi tutto cede.
Ci sono 2 canzoni di Daniele Silvestri, tutte e due dello stesso album “Sig. Dapatas (1999)”, che spiegano l’amore secondo Claudio, la prima si intitola “Insieme”:

Insieme guardiamo lo stesso orizzonte
insieme magari ma stando di fronte
così ci impalliamo e si rompe l’incanto
sarebbe importante amarsi di fianco.
Avere il coraggio di lasciarsi la mano
che tanto con l’altra ci rassicuriamo
così se da un lato abbracciamo la vita
dall’altro stringiamo le dita.

Avevo due amici che parlavano appena
e per troppo rispetto si amavano di schiena
ognuno pensava che l’altro ridesse
e invece piangevano che pareva piovesse.

C’è gente che si ama divisa da un muro
e da dietro la porta per stare al sicuro
ma se la porta si apre, è successo anche a me,
puoi scoprire che l’altro non c’è….

Questa spiega come dovrebbe essere la relazione, mai troppo attaccati e mai troppo distanti.
Amare se stessi allo stesso modo di come si ama lei/lui.
Ma primo, non bisogna temere se stessi, bisogna saper vivere da soli, non averne paura;
perchè? È un idea mia e di mia cugina (una delle donne più magnifiche che conosco), molti stanno insieme, e si sposano, solo per paura di star da soli, magari partono bene, ma non è una storia che deve durare, ma la si fa durare, con un tacito consenso di tutti e due, e non và bene;
o peggio è uno di loro che la porta avanti, e l’altro ha di meglio da fare che pensarci, il problema è quando inizierà a pensarci, cosa deciderà?!
Io lo detto che sono un pessimista, infondo, quindi non prendetevela con me.
L’altra canzone si intitola “Amore mio”, ed esprime cosa si dovrebbe sentire quando stai con qualcuno, cosa sento io di solito, quando finalmente sto con la persona che volevo, e posso finalmente baciarla:

Non mi ricordo più
se qualche volta smettevamo di toccarci
per riposarci
te lo ricordi tu
io ti guardavo senza quasi aprire bocca
e se parlavo ripetevo solamente la stessa filastrocca
Amore mio, amore mio, amore mio, amore mio,
amore mio, amore mio, amore mio
mio amore, mio amore, mio amore, mio amore,
mio amore, mio amore

E non ricordo più
se mi dicevi qualche cosa di importante
perché io non capivo niente
sembravo solo deficiente, avevo:
problemi di pressione
lo sguardo da salmone
ed un sorriso idiota tipo “prima comunione”
sentivo odor di gigli
immaginavo i figli
non come adesso che ti parlo e tu sbadigli

Amore mio, amore mio, amore mio, amore mio,
amore mio, amore mio, amore mio, amore mio
mio amore, mio amore, mio amore, mio amore,
mio amore, mio amore, mio amore, mio amore

E che potevo fare
che dovevamo dire
che senso aveva domandarci come andrà a finire
meglio buttarsi, meglio accarezzarsi
perché con i discorsi è più difficile trovarsi
e dopo una, due, tre, quattro, cinque settimane
come piccoli navigli continuare a navigare
il mare è blu
e non c’è dubbio che sei tu

L’amore mio, amore mio, amore mio, amore mio,
amore mio, amore mio, amore mio
mio amore, mio amore, mio amore, mio amore,
mio amore, mio amore

E se non hai capito bene ricomincio
ma non puoi dire che non vado dritto al punto
faccio un riassunto: amore mio ti amo tanto
allora lo ripeto, così capisci quanto
amore mio, amore mio, amore mio mi rendo conto
sembro monotono, ma invece cambio
perché ogni volta ti amo in un modo diverso
ogni minuto, ogni secondo

Sono un vinile che si sta incantando
sono un buddista che ti sta gonghiando
sono una crema e allora sto impazzendo
sono un bambino e faccio giro-girotondo

Sono un vinile che si sta incantando
sono un buddista che ti sta gonghiando
sono una crema e allora sto impazzendo
sono un bambino e faccio giro-girotondo

Sono un vinile che si sta incantando
sono un buddista che ti sta gonghiando
sono una crema e allora sto impazzendo
sono un bambino e faccio giro-girotondo

E poi ce ne sarebbero di cose da dire ancora, anche più personali, ma qui non si può 🙁

L’amore è irrazzionale, l’amore e svegliarsi bene.

È, qualsiasi cosa succeda ,tu la vedi e dici:
     “oh be’, se le cose stanno così, va tutto bene”

Rapporti umaniultima modifica: 2007-11-02T23:55:00+01:00da claudiocolombo
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Rapporti umani

  1. A volte si ha semplicemente paura di guadarsi dentro. Di capire che, forse, stai sbagliando tutto. Che, forse, era tutto un fuoco fatuo. Un miraggio, un’idealizzazione. E allora punti i piedi. Perchè DEVE essere vero, DEVE essere reale, non puoi lasciar perdere tutto. Perchè ormai il tuo cuore è sepolto da un macigno di sentimenti, troppo pesante per essere rimosso.

    Altre volte, semplicemente, ti rendi conto di come ognuno di noi viva i rapporti in modo diverso. E non è facile. Perchè, per quanto si possa fare gli ipocriti, vorremmo sempre che la persona, a cui teniamo, risponda al nostro amore come faremmo noi stessi. Credo ci sia una sorta di logica narcisistica alla base di quest’atteggiamento.

    Per quanto mi riguarda, in questo momento della mia vita, vorrei essere capace di afferrare l’acqua. Per chiuderlo nelle mie mani, per un attimo.

    Ma non posso. Non ancora.

  2. Provaci…. Tu dice “Non ancora”, quindi speri che un giorno tu ci riesca.
    Non so se ci riuscirai, ma di sicuro ti servirà, in altri rapporti.
    Nella vita si deve tentare, tentare di raggiungere il traguardo che si vuole, tentare di essere felici, non per un puro discorso egoistico, ma perché è importante essere felici e realizzarsi, e se raggiungi questo stadio, aiuti anche gli altri che ti circondano ad avvicinarli ad esso.
    Ma, però, non vivere il non riuscirci come una sconfitta, le cose seguono un loro destino, più ampio della sofferenza che puoi provare in questo momento;
    la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile, senza distruggere se stessi, per far andare una situazione e l’unica cosa importante, il risultato oltre a questa consapevolezza non conta.

  3. “Ho visto persone non cedere alle lusinghe di altre per il non accontentarsi e ora, ora che hanno ceduto sono le persone più felice del mondo, persone innamorarsi pazzamente e una volta che hanno l’affetto ricercato ignorarlo e annoiarsene.” Mi ha toccato questa frase.
    Devo dare ragione a Livia… forse per voi uomini è diverso ma si ha paura di guardarsi dentro, di commettere gli stessi sbagli passati e… senza volerlo ti accorgi di averli fatti, perdendo le persone a cui vuoi tanto bene e potevi essere felice.
    Il 13/01/2006 mi squillò il telefono in ufficio.. chiedendo della mia responsabile e dicendo che era urgente… non avrei mai pensato tutto ciò… mi ricordo solo queste parole ” è morto”” non capivo chi fosse ma quando capì…in quel momento sapevo che ero morta insieme a lui….
    Non avevo nessuno vicino a me, la mia migliore amica era in vacanza con il suo ragazzo, non mi è stata vicino neanche il giorno del funerale, ho lottato con me stessa tirando pugni sulla lapide.
    Ho impiegato più di un anno ha riprendere la mia vita in mano e ridere un senso alla parola amare.. vivere… sorridere…ma io sostengo che solo quando perdi una persona del tutto e senti lo stomaco sulla gola.. non dormire (e dico veramente….) e premettiamo (io sono una dormigliona) capisci ciò che hai perso veramente e quanto tenevi alla persona e non puoi tornare indietro.
    Non è sempre vero che si cerca qualcuno per stare bene accontentarsi, non essere soli, si cerca qualcuno anche come amico….
    Qualcuno dice che esistono i rapporti di amicizia tra un ragazzo e una ragazza ma rispondente alla mia domanda.. Come si fa dopo che un ragazzo dopo 2anni ti metta ai ferri corti e ti dica io non potrò mai essere tua amica!
    Anche se vuoi del bene a una persona per il suo rispetto bisogna alzarsi senza far rumore sulle punte e andare via nel silenzio.
    E’ difficile rimanere amici con una persona che hai voluto un mondo di bene, ma ti vergognavi di dirgli che lo amavi perchè sentivi per la seconda volta quel desiderio che si spargeva in tutto il corpo.. e tu dici Provaci……si prova quando si hanno delle certezze… perchè sono quelle che ti danno la voglia di alzarti al mattino.

    Livia… fino a quando il tuo cuore ha la forza di andare avanti… è bellissimo accetta i piccoli momenti e capirà.

    Claudio… hai trovato due canzoni bellissime che rispecchiamo perfettamente tutto ciò che vuoi e quella ragazza per paura di amare di nuovo non se ne rendeva conto.. anche se credo che in cuor suo voleva tanto bene quel ragazzo e lo amava.
    Quella ragazza aveva paura di amare, paura di sentirsi amata, coccolata…Forse perché quella ragazza ora ha fatto i conti con il suo passato e non deve guardare indietro perché non troverà mai niente solo un bel ricordo. Il colpo che ha preso le è servito.
    Doveva prenderselo il colpo per aprire gli occhi e dire “ guarda cosa hai fatto”
    Ora quella ragazza guarda avanti con i denti stretti e va avanti per la sua vita, ha capito che così ne ha persi due in un colpo solo e non era quello che voleva e cmq andrà ha trovato la sua strada.

Lascia un commento